ItalianoEnglish繁體中文EspañolFrançaisفارسیPortuguêsDeutsch

Come l’Architettura può Migliorare l’Istruzione nel Panorana Sudafricano

DSC_0796

Questo articolo è anche disponibile in: Inglese, Francese, Portoghese, Tedesco

L’istruzione è l’arma più potente che si può usare per cambiare il mondo”.  Nelson Rolihlahla Mandela

Se l’architettura è pensata per agevolare ed essere un’estensione delle nostre vite, stiamo fornendo i giusti spazi agli studenti per essere ispirati, motivati ​​e maturare?  Commissionato dalla Fondazione MAL, gli Architects of Justice di Johannesburg (AOJ) hanno avuto il compito di progettare una biblioteca di classe mondiale per la Scuola Primaria MC Weiler a Alexandra, Johannesburg, con l’intenzione di riutilizzare il progetto per le future biblioteche scolastiche di tutto  il Sud Africa.

Il brief per una tale biblioteca è iniziato con un elenco degli spazi richiesti, che comprendeva un posto per i libri e audiolibri, spazio studio, un centro multimediale, spazi interni ed esterni, luoghi di ritiro dove gli studenti potevano rifuggiarsi a leggere, assicurandosi che ognuno di questi luoghi fosse interessante e stimolante per i bambini. Un edificio insomma molto particolar ma piuttosto difficile da ottenere con i finanziamenti che erano a disposizione del progetto.

South Africa 2

AOJ decide quindi di tornare al tavolo da disegno e piantare un nuovo seme, un seme che sarebbe diventato un’icona nel panorama dell’area in cui è situato così come per l’ambiente del Sud Africa in generale. La soluzione era un edificio semi-permanente nel cortile della scuola che inizia a ripensare al tradizionale modello di biblioteca e diffondere un po’ di energia e animazione al discorso delle scuole e biblioteche sudafricane – Una germinazione di conoscenza, un “Complementare Dispositivo di Istruzione”.

Mentre il “Seme” esegue tutte le funzioni base di una biblioteca, quale il rappresentare un posto per accedere alle informazioni, fare i compiti a casa e leggere, allo stesso tempo, respinge la forma tradizionale di una biblioteca. Gli AOJ hanno descritto l’edificio come “un esempio di luogo di lavoro emozionante, appassionante, che ospita la conoscenza, ma anche, attraverso l’uso del colore, di una forma, della luce e dello spazio esterno, offre all’utente un’esperienza stimolante quando vi si accede.”

Il progetto si avvale di due container impilati perpendicolarmente a formare un piano a forma di croce. Il piano terra ospita i libri, mentre al piano superiore offre la sistemazione per la lettura, sale studio e spazi di esterni tramite un ponte che è anche usato come un palcoscenico per assemblee scolastiche.

South Africa 3

Colori brillanti e audaci e metodi di composizione visivi forniscono un’estetica accattivante e diversa da qualsiasi altra. L’edificio colorato emerge tra le aule circostanti ed è immediatamente visibile entrando nel cortile della scuola – come un pavone che mostra orgoglioso le piume. Finestre lunghe e sottili bucano l’involucro esterno e consentono di avere scorci sullo spazio del cortile e la città.

I container sono stati scelti per la loro facilità di trasporto nonché per i loro benefici sostenibili, con isolamento, ventilazione trasversale e raffreddamento passivo mantenendo il clima interno. Questo metodo di costruzione modulare ha fatto sì che la biblioteca potesse essere realizzata in un tempo rapido di quattro mesi, il che significa che il “seme” può essere piantato in futuro con semplicità, velocità ed efficienza.

L’edificio non si limita a fornire uno spazio per i libri; è sorprendente, inizia una conversazione, fa una dichiarazione, permette di stimolare i collegamenti interni – esterni, re-interpreta il concetto e si distingue per le sue soluzioni innovative. Il successo è stato ribadito attraverso il suo recente riconoscimenti ai Loeries così come con il premio del Gauteng Institute for Architects dello scorso anno.

South Africa 4

Gli Architects of Justice hanno sviluppato un dinamico prototipo. Tutto ciò di cui hanno bisogno ora sono sponsor disposti a sostenerli in tutto il paese.  Ci auguriamo che vi sia sempre sostegno per continuare un’architettura lodevole e innovativa così da realizzare qualcosa che possiamo portarci dietro come parte della nostra eredità futura, qualcosa che permetta di sviluppare i nostri spazi educativi in un modo ancor più vario e stimolante.

South Africa 5

Articolo di Shaakira ChohanFuture Cape Town

Immagini via Shaakira Chohan

Traduzione a cura di Eleonora Taramanni