ItalianoEnglish繁體中文EspañolFrançaisفارسیPortuguêsDeutsch

Soradofarms, il giardinaggio a portata dei pendolari

3027821-slide-s-railroad-02

Non hai tempo per il giardinaggio? In queste stazioni ferroviarie puoi coltivare i tuoi ortaggi mentre vai a lavoro!

Una società ferroviaria di Tokyo ha capito come rendere più verde la città offrendo ai pendolari un motivo in più per godersi il loro viaggio verso il posto di lavoro.

Per coloro che trascorrono lunghe ore a lavoro, infatti, è sempre più facile fare commissioni mentre si attende il treno diretto a casa: negozi di alimentari stanno spuntando sulle banchine della metropolitana, i residenti di Shanghai possono prendere libri della biblioteca mentre sono in treno e servizi come Amazon Locker hanno iniziato a consegnare ordini in stazioni locali in città come Londra.

A Tokyo, la gente del posto che non ha il tempo o lo spazio per avere un giardino a casa, può affittare un terreno in una serie di fattorie urbane in cima a stazioni ferroviarie.

3027821-slide-s-railroad-01

“Stiamo promuovendo l’ecocompatibilità della città”, afferma Makoto Kawada, un portavoce per East Japan Railway Company, azienda che gestisce le linee ferroviarie in tutto il Giappone. “Abbiamo iniziato questa attività per il desiderio di contribuire al mantenimento ambientale e la rivitalizzazione delle aree lungo la linea ferroviaria.”

Al momento, ci sono cinque “Soradofarms” sulla rete ferroviaria della società. La prima è stata lanciata con l’istallazione di un tetto verde nella stazione di Ebisu di Tokyo nel 2010.

Dal momento che gli spazi verdi non sono enormi – il verde a Tokyo è poco più di 500 metri quadrati – vi è una lunga lista di attesa per ottenere un terreno. Uno lotto base, senza servizi aggiuntivi, non è a buon mercato: il prezzo annuale è di circa $ 980.

3027821-slide-s-railroad-03

La stazione ferroviaria “Soradofarms” fornisce gli strumenti standard per il giardinaggio, i semi e qualche concimante. Chi non ha mai praticato prima può addirittura ottenere consulenze di esperti e le persone che non hanno molto tempo per prendersi cura delle loro piante sono in grado di avere un aiuto in cose come raccolta di ortaggi o la cura da insetti.

Per molti, tali giardini sono solo un luogo dove andare a rilassarsi: infatti, quando i pendolari non si fermano dopo il lavoro, le famiglie si recano in tali aree verdi per pic-nic o per offrire ai loro figli un po’ di spazio in più per correre.

Tali progetti, inoltre, hanno portato gli abitanti ed i pendolari a passare del tempo per apprendere come far crescere cavoli e pomodori, arrivando a conoscersi l’un l’altro e sviluppando rapporti.

“Stiamo costruendo comunità, coinvolgendo l’intera area di attività in cui gli abitanti possono partecipare e divertirsi”, dice Kawada.

 

Articolo a cura di Eleonora Taramanni

Immagini via Soradofarms